Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

 

 

 

GROPINA (Ar) E IL SUO BORGO, NELLA PIEVE SULLA SETTEPONTI MISTERI CELTICI E FEDE CRISTIANA DA OLTRE 2000 ANNI
a cura Alberto Sordi


 

Dalle foreste di pietra delle cattedrali di tutta Europa, dai Celti fino a diventare un fumetto, vive un essere che ci scruta dalla sua dimensione eterna: il Green Man.
Questo essere è presente nella meravigliosa PIEVE DI SAN PIETRO del XII secolo. Tra le più belle ed importanti chiese romaniche che troverete in 
#TOSCANA. Il nome ha origine dalla parola etrusca KRUPINA, ossia popolo, paese.

Troviamo il #GREENMAN nella seconda colonna, tra foglie di acanto e mascheroni demoniaci con motivi vegetali. Questa immagine introduce un interessante studio che ipotizza la presenza del "GREEN MAN" a Gropina. Una simbologia di teste umane e semi-umane sommerse nella vegetazione che straripa da bocca e orecchie. Una metafora delle forze del male che legano senza scampo l’essere umano. Una visione nata da un antico culto pagano anglosassone diffuso inspiegabilmente in tutto il mondo.
Un culto che troviamo in India, Germania, Francia, Indonesia fino a Israele, nelle chiese 
#templari a Gerusalemme.

Ma questo è un territorio etrusco, la sua storia si perde ancora più indietro nel tempo. A quell'epoca qui sorgeva un antico tempio pagano dedicato a #DIANA.
La pieve si trova sull’antica 
#CASSIAVETUS, che ancora oggi collega #AREZZO a #FIRENZE, ed è una delle chiese più antiche della Toscana. Fu addirittura citata da #CARLOMAGNO nel 780 d.C.

Ma le stranezze ed il fascino di questa pieve, riconosciuta come MONUMENTO NAZIONALE, non finiscono qui. I capitelli delle navate contengono un autentico bestiario medievale con mostri e animali fantastici correlati a scene della Bibbia.
La scrofa che allatta quattro maialini, identificati come le stagioni. Una lupa con la bocca aperta, simbolo del male sempre in agguato e un lupo che divora una pecorella.
Ma troverete anche i 
#cavalieritemplari a cavallo armati di scudi e lance, mentre combattono due demoni. Un dato che fa supporto che la pieve avrebbe ospitato i cavalieri templari.
Ogni capitello meriterebbe una descrizione accurata, ma perché la quinta colonna è priva di immagini. Insolito che entrambe le quinte colonne non abbiano immagini... perchè? Un mistero nel mistero.
Troverete anche la 
#CHIMERA, mostro leggendario nella mitologia greca, simbolo della vicina città di Arezzo, con testa e corpo di leone, sulla schiena porta una testa di drago e ha la coda di serpente.

Una ventina di scalini poi ci portano nei sotterranei, con fondamenta di ben due edifici, oltre quella romanica era qui presente anche una chiesa paleocristiana.
Oggetto di enorme interesse per la quantità di enigmatiche simbologie è il pulpito, uno dei più misteriosi e magici d’Italia. Basta osservarlo per esserne incuriositi ed allo stesso tempo rapiti dalle interrogative immagini. La balaustra è sorretta da due colonne annodate tra loro ed ha alla base un fregio di uomini “oranti”. Al di sopra la raffigurazione simbolica di 3 evangelisti e al lato sinistro una sirena a due code e un uomo in contorsione avvinghiato a due serpenti che apparentemente sembra lo stiano mordendo.

Incastonata in un paesaggio unico, immerso nel verde, se passate da queste parti, non ve la potete assolutamente perdere.

 

 

Tag(s) : #Rubrica Reporter Cicloturismo, #Rubrica: Genitorialità e Sport

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: