Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog


 


Musica Profana in gocce
a cura Edda Cacchioni
Counselor Editor Scrittrice

 

 

La musica Profana è nata in concomitanza della musica Sacra nell'alto medioevo in Europa.
La musica Profana ha carattere voluttuario e pratico, erede dell'istrionismo romantico antico, si esprime sia in latino che in volgare.
La musica Profana è diretta alle persone che gli artisti viandanti incontravano per le città.
Gli strumenti più utilizzati erano i tamburi, arpe e armonie. I cantori davano molta importanza alle parole e la musica era orecchiabile tant'è che il Mottetto cantato e suonato in chiesa era proposta anche nelle case dei nobili.
Il repertorio era ricco di canzoni amorose. Spesso i Trovatori della Francia del sud le suonavano nelle corti europee.
Gli autori conosciuti del tempo erano diversi tra cui Jasquin Desprez che compose 86 pezzi di musica profana e 119 musiche sacre.
La musica sacra fu di supporto alla letteratura nel periodo di Carlo Magno.
Nello stesso periodo un genere conosciuto nel medioevo in Europa  particolarmente in Italia era la frottola un genere popolare scritto in volgare con temi amorosi e divertenti.

 

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: